Contributi regionali per auto a basso impatto ambientale destinati a soggetti privati (persone fisiche)

Da ottobre 2019 a settembre 2020 è possibile presentare le domande per i contributi regionali relativi alla sostituzione di auto inquinanti con autovetture a basse emissioni destinate al trasporto di persone.

La Regione Lombardia ha emesso un bando per l’assegnazione di contributi in caso di sostituzione di auto inquinanti con autovetture a basso impatto ambientale. Di seguito una sintesi delle informazioni principali, mentre per ulteriori dettagli si rimanda alla nota pervenuta dalla Regione Lombardia e alle FAQ, tratte da dal sito della Regione, scaricabili più sotto.

 

Beneficiari:

soggetti privati (persone fisiche) residenti in Lombardia.

 

Tipologia di autovetture inquinanti da sostituire:

alimentazione a benzina fino a Euro 2/II o diesel fino a Euro 5/V.

 

Tipologia di autovettura a basso impatto ambientale da acquistare:

autovettura nuova o usata (non presso privati, solo da concessionari) di categoria M1 (trasporto persone) in grado di garantire zero o bassissime emissioni (valori da verificare presso i siti internet delle case costruttrici o presso i concessionari).

 

Entità del contributo a fondo perduto:

da 2.000 € a 8.000 € in base al livello di emissioni dell’autovettura da acquistare, fino ad esaurimento delle somme disponibili (18.000.000 € di cui 5.000.0000 € nel 2019 e 13.000.000 € nel 2020).

 

Modalità di presentazione delle domande:

Presentazione solo online sulla piattaforma “Bandi online” della Regione Lombardia (www.bandi.servizirl.it).

 

Tempistiche di presentazione delle domande:

  • 15 ottobre 2019, ore 10.00: apertura registrazione e presentazione domande sulla piattaforma Bandi online;
  • 13 dicembre 2019, ore 16.00: inizio del periodo di sospensione della possibilità di presentare le domande;
  • 15 gennaio 2020, ore 10.00: riapertura della possibilità di presentare domande;
  • 30 settembre 2020, ore 16.00: chiusura presentazione domande (salvo esaurimento anticipato delle risorse).

 

Assegnazione del contributo:

a seguito di valutazione delle domande secondo l’ordine cronologico di invio della richiesta, con erogazione entro 6 mesi dal decreto di approvazione della concessione.

Allegati